Home

savino

Antica Cantina Forentum a Lavello

Antica Cantina Forentum racchiude la sua promessa di unicità già nel nome: un invito a compiere un’esperienza esclusiva nei sapori autentici e nell’ospitalità genuina della Basilicata. “Antica”: come la storia e la tradizione della terra lucana a cui Appartiene, e che racconta attraverso il giusto tocco di rivisitazione. “Cantina”: ovvero il piccolo locale ricavato da una grotta del 1500 da cui l’avventura di Savino Di Noia e della sua famiglia è iniziata, ed oggi è divenuta un’importante realtà che celebra la riscoperta consapevole del territorio e la ricchezza delle sue tipicità. “Forentum”: l’antico nome di Lavello, dove sorgono il ristorante-pizzeria e il boutique hotel, in una dimora storica la cui bellezza s’impone straordinaria sulla piazzetta dell’incantevole borgo in provincia di Potenza.

cucina

Creatività popolare

innovazione costante

Una proposta culinaria sincera, che affonda letteralmente le radici nel territorio: dalle terre con le coltivazioni biologiche dell’orto e degli ulivi secolari di proprietà dei Di Noia, fino ai prodotti dei presidi slow-food locali, dai piatti tipici preparati con la saggezza artigianale, alla carta dei vini che, tra etichette regionali e nazionali, offre anche un’accurata selezione di cantine dedite all’eccellente Aglianico del Vulture.

L’amore per il territorio è la base essenziale per una filosofia di cucina povera, che asseconda i cicli della natura per offrire l’alta qualità della semplicità, in un menu dove lo chef Savino Di Noia racchiude “la coniugazione a tavola di tradizione e innovazione, un’attenzione particolare nella scelta delle materie prime, un ritorno al passato con sapori genuini della nostra terra: un buon piatto nasce dalla qualità dei prodotti e la nostra regione, come tutta l’Italia, ha l’eccellenza”.

pizza

stile napoletano e topping lucano

Antica Cantina Forentum riserva l’eccellenza anche alla pizzeria, premiata nel 2019 con due spicchi nella guida Pizzerie D’Italia di Gambero Rosso: qui infatti si può gustare la verace pizza napoletana certificata dall’AVPN.

famiglia

risorsa imprescindibile

La storia di Antica Cantina Forentum è la storia della famiglia Di Noia, e del suo viaggio di ritorno alle origini partito nel lontano 1986 con il bar di quartiere. A prenderne le redini è Savino: giovane chef e manager della ristorazione che raffina il talento all’ALMA di Gualtiero Marchesi e al fianco di Antonino Cannavacciuolo, che ascolta il desiderio profondo di valorizzare la cucina territoriale e i piatti di un tempo assieme a sua madre Lucia, e che impugna la determinazione a raggiungere traguardi sempre più importanti, sempre dedicati a rivitalizzare il valore della sua Basilicata.

pescarello

quartiere

connotato da storia, leggende e convivialità

La storia che contorna il Forentum comincia nel maggio del 1254, quando nel Castello che affaccia sull’attuale Piazza Plebiscito della località “Pescarello”, morì l’imperatore Corrado IV di Svevia, secondogenito di Federico II di Svevia, lo Stupor Mundi per eccellenza. Il fascino antico lo si ritrova negli ambienti interni, con mura esistenti già dal 1500: al piano inferiore la grotta “de i Munacidd” dove si racconta la leggenda di un antico folletto, mentre in quello superiore volte in pietra ed eleganti installazioni in legno rendono la sosta ancor più piacevole.

VINO

"FONS VITAE"

con il meglio del territorio

La cantina si compone di circa 100 etichette, concentrate sul miglior bere del territorio della Basilicata e una selezione accurata di bottiglie del panorama nazionale e d’oltralpe. Nella nostra carta dei vini non manca una profondità di annate e una scelta di vini al calice. Ma la lista è in continua evoluzione grazie alla curiosità di Savino e Aurora.